cambiato-la-vita

4 libri che mi hanno cambiato la vita

Si avvicinano le vacanze e non tutti vogliono dedicare il loro tempo libero a leggere romanzi d’amore o d’avventura. Magari nel corso dell’anno sono sorte alcune domande importanti: come posso migliorare? Come posso cercare di affrontare la vita e le sfide in maniera più costruttiva?

Ma soprattutto: come cerco di uscire dalla ruota del criceto e trovare nuove idee e stimoli? I libri che vi consiglio sono quelli che mi hanno aiutato a fare non solo chiarezza, ma anche a migliorare me stessa al punto da ridisegnare la mia strada. Il viaggio è ancora in corso…

1) “Come vincere lo stress e cominciare a vivere” – Dale Carnegie

Malgrado il titolo per me poco felice, si tratta di un grande libro ricco di consigli pratici su come imparare a gestire le preoccupazioni ed i problemi della vita quotidiana. Nonostante sia stato pubblicato nel lontano 1948, resta tuttora un vero “must”: Carnegie ci insegna infatti tante piccole strategie per superare i momenti difficili. Quella che ho apprezzato di più? Immaginarsi di essere su di un sommergibile e di chiudere per comparti stagni il passato dietro di noi ed il futuro davanti a noi, concentrandosi sul presente, unico momento effettivo in cui ci è possibile “vivere”.

2) “Overworked and overwhelmed” – Scott Eblin

E’ un vero peccato che non esista una versione italiana di questo manuale. Scott Eblin ci guida attraverso la sua esperienza nella comprensione degli stress e delle ansie tipiche dei manager di oggi, costretti a lavorare sempre di più e in condizioni sempre più complesse. E suggerisce tante idee, routine e modi per migliorare la propria vita in maniera efficace.

3) “Sulla strada giusta” – Francesco Grandis

Ho già dedicato un articolo al libro di Francesco perché lo ritengo un’ottima testimonianza sul significato del fermarsi e cominciare a farsi le giuste domande per trovare la propria strada. Quella vera, non quella disegnata dalla famiglia o dalla società.

4) “Become a free-range human” – Marianne Cantwell

Altra perla non tradotta in italiano. Dopo avere compreso di essere sopraffatti e stressati e di stare percorrendo la strada scorretta, bisogna anche concentrarsi sul definire cosa vogliamo fare da grandi. Marianne ci guida attraverso un percorso di analisi delle nostre potenzialità e capacità: ci aiuta inoltre a capire come poter diventare veri “free-rangers” e quindi concretizzare le nostre passioni ed i nostri sogni trasformandole nel nostro lavoro.

Mariella Borghi

Tags: , ,

Trackback from your site.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.
%d bloggers like this:
UA-62326712-1